#104 – Sud

Ogni tre persone che incontri, una può essere un tuo maestro.
Mi pare la dicesse Confucio questa cosa, ma in fondo “le citazioni non importa da dove le prendi, ma dove le porti” (questa è sicuramente di Carofiglio, ad esempio). 
Ebbene, ieri sono arrivato a Formia e casualmente ho incontrato Mimmo Tranchese e si è parlato per una decina di minuti di ciclismo femminile al sud.
Al di là di cosa uno pensi e non pensi, al di là delle opinioni, al di là di tutto, mi è servito.
Mi è servito perché, abitando a Bergamo, non ho il termometro della situazione e ascoltare fa sempre bene.
Mi è servito perché le mie origini sono per metà bergamasche e per metà palermitane, e sentir parlare di questi temi riaccende le mie motivazioni.
Le motivazioni del fare ciò che faccio è la volontà di unire, e non di dividere.
Ho ripensato alla cena con Federica Piergiovanni, una junior pugliese di Bisceglie che sto conoscendo appena appena.
Ho ripensato ai sogni delle atlete.
Ho ripensato a tante cose.
Andiamo avanti.