#127 – Ad un battito di cuore

E lui dov’è? Ad un battito di cuore.
Deve essere stata più o meno questa la misura temporale del distacco tra Vincenzo e Caleb.
Un battito di cuore a ritmo normale.
Ma chiunque abbia un cuore, un po’ di memoria e l’anima leggera da ragazzino, di battiti ne ha contati tre o trecento nel finale di questa Milano – Sanremo.
Impresa al limite dell’impossibile quella di Vincenzo, sogno dispiegato in folle realtà.
Ma stanotte ho l’anima pesante, indurito il cuore e fatto le valigie nella speranza di non aver dimenticato niente.
Tutto dista un battito di cuore da questa stanza.

Site Footer