#186 | Il nome di Dio

Ha tutto quello che non ho ed è tutto quello che non sono. Intelligenza, bellezza, allegria, amore per la vita.
Esattamente una settimana fa al Giro d’Onore parlavano insieme della nuova BICITV ed ha un’intelligenza talmente spiccata che completava le mie frasi e rilanciava con nuove idee, nonostante abbia la metà dei miei anni.
Per quelli come me che hanno avuto un’adolescenza molto difficile con grandi problemi nel sentirsi accettati e con una personalità debole e buia, quelli come lui sono una stella polare. Sono quello che segretamente si vorrebbe essere e che invece sai che non sarai mai.
Mi sentivo spaesato, ieri. Impotente e schiacciato. Cosa posso fare?
A livello personale, invocare “il nome di Dio”. A livello lavorativo, posso solo impegnarmi ancora di più.
Mi sento in colpa per questi ragazzi che hanno terribili incidenti.
Mi sento in colpa, perchè ho ripetuto per anni come uno stupido pappagallo la parola “passione, passione, passione”.
Ora il ciclismo ha bisogno di essere raccontato in maniera completamente diversa. Non domani, adesso.
Devo cambiare completamente registro. Completamente.

Site Footer