#198 | 5 cose che amo di te

Chi mi conosce sa che amo il numero 5. Lo nascondo un po’ dappertutto, nel lavoro come nella vita. E chi mi conosce sa che sono una sorta fi grafomane: appunto tutto. 

C’è una piccola pratica che amo fare da qualche anno a questa parte: scrivere le 5 cose che amo di un persona che conosco. Cinque, e non di più. E se ne arriva una sesta, ne cancello una. Cinque e solo cinque. Mi aiuta a pensare gentile a proposito delle persone. 

Chi mi conosce sa che odio pensare positivo. Preferisco pensare gentile. E accorgermi delle cinque cose più belle di ogni singola persona mi aiuta a connettermi meglio con la stessa. Sentirla di più. Mi costringe ad essere meno superficiale. Quasi mai arrivo a 5. Ci devo pensare un po’. Ma poi si arriva sempre a cinque. E se si è sbagliato e se forse si è vista una cosa bella che invece non c’era, significa una cosa sola: che quellacosa l’avevo dentro di me. E non è male neanche così.

Site Footer