#200 | La presentazione dell’Almanacco del Ciclismo Bergamasco

Il 200esimo post del mio blog è un post denso di gratitudine per chi ha reso possibile la realizzazione e la presentazione del nostro primo Almanacco del ciclismo bergamasco.
Il primo Grazie va a Giorgio Torre perché è l’unica persona che ha dato fiducia ad un Valerio molto meno maturo del Valerio attuale. Lui insegna con l’esempio e non con le parole e sono infinite le cose che ho imparato lavorando fianco a fianco con lui in questi sette anni e mezzo.

Poi a chi collabora attivamente con BICITV. In primis, a Roberto Amaglio, uno dei più grandi lavoratori che abbia mai incontrato nella mia vita, ma soprattutto un uomo leale, competente e appassionato.
Un Grazie a Fabiano Ghilardi che continua silenziosamente a fotografare, fotografare, fotografare. Educatissimo, grande ascoltatore e profondamente rispettoso di tutti gli atleti che fotografa, siano essi vincenti, siano essi non vincenti.
Davide Tibaldi che ha scelto di salutarci e di non collaborare più attivamente con noi in questo 2019: a lui va la stima e il ringraziamento per avermi sostituito nella prima parte del 2018. Vederlo crescere è un piacere e sono convinto che quest’oggi saprà presentare al meglio la festa del Racconigi e che continuerà ad essere un bravo speaker e redattore di articoli.
Un Grazie ad una splendida New Entry Martina Forcella, la persona più pragmatica e creativa del gruppo. Ogni volta regala mille input che mi stupiscono e tanti consigli utili per far trasformare BICITV da semplice sito internet a una vera e propria azienda.

Il Grazie va a tutte le squadre di Bergamo rappresentate idealmente da Claudio Mologni e Michel Gamba: a loro abbiamo consegnato l’Almanacco e ci piace pensare che in quell’istante l’abbiano ricevuto tutte le società ciclistiche bergamasche.

Ieri sera abbiamo presentato i BICITV Awards 2019: come non ringraziare il vice sindaco di Nembro Massimo Pulcini? Lui ha creduto nel nostro progetto quando non eravamo nessuno: di questo gli saremo sempre riconoscenti.
Spero che sul palco degli Awards possa esserci ancora Francesca Selva, una ragazza così dinamica e appassionata che è uno spettacolo vederla crescere di anno in anno, così come spero che Twila Federica Muzzi possa essere dei nostri con le sue magiche fotografie. Con lei si sta studiando un progetto parallelo chiamato “B-Cycling” dedicato al ciclismo femminile internazionale: molto complicato realizzarlo, ma un tentativo lo faremo.
E sempre agli Awards il mio augurio è che il gamer (si dice così?) Manuel Malfer possa offrire il supporto il regia a Carmelo Ferrara per la creazione di una quinta edizione indimenticabile.
Con Carmelo e con Andrea Lombardi – il webmaster che sta creando un nuovo sito decisamente “spaziale” – si sta lavorando assiduamente per la creazione di tutti i progetti di BICITV per il 2019.

Siamo felicissimi e grati di tutto questo, perché ognuna di queste persone condivide il senso profondo di BICITV.
Ovvero, mettere gli atleti al centro sempre.
Raccontare le loro storie quando non sono ancora affermati e augurare loro il meglio possibile.
E quando poi accade che in un colpo solo ragazzi come Filippo GannaLetizia Paternoster e Davide Plebani vincano oro, argento e bronzo ai mondiali di pista e tu sai che di ognuno di loro hai fatto almeno un video che li ritrae quando gareggiavano da esordienti, senti che la cosa giusta è continuare a curare la comunicazione del ciclismo giovanile.
Loro sono il futuro del ciclismo.
Ecco perché il nuovo logo di BICITV ha come sottotitolo “The future of cycling”. Prendersi cura dei giovani è prendersi cura del futuro.
E lo continueremo a fare sempre.