#158 – I monologhi muti delle donne (e del ciclismo)

Non esiste l’ultima nota. Una musica non è mai davvero finita e l’ultimo suono di una melodia si spegne in un silenzio. Ma anche il silenzio è un suono. Un suono muto dove la vibrazione si trasforma in emozione. Chiunque si occupa di comunicazione sa che deve lavorare sul non detto e non sul detto. Chiunque ama qualcosa sa che deve lavorare sul non detto. Mi muovo più a mio agio nei silenzi piuttosto che nelle parole. Mi muovo più (...)

Read More

#157 – Ciclismo, uno sport estremo

Spesso i ciclisti esibiscono con orgoglio le loro ferite e la loro volontà indomabile di alzarsi e di andare avanti. Ammirevole. Sono un esempio. Somigliano ormai ai reduci di guerra. Fratturati, mutilati, ammaccati. Che vanno avanti, nonostante tutto, circondati dalle lacrime di chi vuol loro bene. Sì, ormai questo sport è cambiato. Ormai – da anni – il ciclismo è uno sport estremo dove una frattura è la consuetudine (l’ultimo caso di Vincenzo Nibali è lì a dimostrarlo) e il (...)

Read More

#156 – Le cicatrici delle battaglie che non combattiamo

Ciò che più uccide sono le cicatrici delle battaglie che non combattiamo o quelle delle battaglie che immaginiamo di aver combattuto nella nostra mente, ma che poi – alla fine – cosa abbiamo fatto se non raccontare a noi stessi una “donchisciottesca” realtà di cavalieri immaginari che combattono chissà cosa, chissà chi? Mi viene da pensare a questo, quando vedo i profili da “Never Give UP”, da “Fight For Your Dream”, eccetera eccetera, e – peggio – quelli come me, (...)

Read More

#155 – Giro Rosa

Per la prima volta sto seguendo il Giro Rosa. Non c’è che dire, una bellissima manifestazione:  quanto ne ha bisogno il ciclismo femminile di gare così. Complimenti agli organizzatori. Lo sto vivendo in maniera passiva, girando, osservando, guardando, quasi annusando come se fossi un vecchio cagnolino silenzioso da dietro le transenne che ogni tanto compare e poi scompare. Perché un giorno mi piacerebbe essere parte attiva di questo evento e ho tanto bisogno di osservare, capire, imparare. E in questi (...)

Read More

Site Footer