#286 | Contro il tempo

La storia recente ci dice che il ciclismo italiano non ha mai avuto molti grandi cronomen. Dopo Moser gli italiani raramente si sono messi in mostra con continuità nelle prove contro il tempo. Eppure qualcosa si è mosso negli ultimi cinque anni. Tanti giovani atleti si sono messi in evidenza proprio a cronometro. Non vedo l’ora di scoprire che cosa accadrà a partire dal consultare scrupolosamente tutte le indicazioni che il prossimo campionato italiano cronometro ci darà.

#285 | Esordienti

Domenica avrò il piacere di assistere ad una gara esordienti. Mi piace l’idea di essere vicino a chi sta iniziando a pedalare. Mi emoziona di più che stare vicino ai professionisti. Stare vicino agli esordienti in un anno così anomalo è un qualcosa che mi sembra ancora più doveroso. Seguire i giovani significa stare a contatto con la natura più profonda della bellezza di questo sport.

#284 | Bologna, Italia, sotto il porticato

Ogni angolo di Italia nasconde qualcosa di magico. Ieri è stato bellissimo salire sul S.Luca camminando sotto quel porticato che dalla certosa porta alla basilica in cima alla collina. Il ciclismo ti dà l’occasione di visitare scorci nuovi. Toccate e fughe. E ti mette dentro la voglia di tornarci, nei posti, per visitarli per bene. Siamo fortunati a vivere in Italia.

#283 | Come avere più soldi per la messa in sicurezza del ciclismo?

Come avere più soldi per mettere in sicurezza le gare del ciclismo? Organizzare le gare di ciclismo è diventato più complesso. Bisogna pensare a moltissime cose. Se organizzare le corse diventa un vero e proprio lavoro, significa che più persone ci devono lavorare a pieno. Per lavorarci a tempo pieno, devi avere soldi per farlo. Per avere più personale, per avere più materiali adatti, anche solo per avere più tempo per prepararti, devi avere soldi. Ogni Federazione nazionale e internazionale (...)

Read More

#282 | Anche Alè BTC Lubjana ha scelto BICITV per il proprio ufficio stampa

Sono molto contento per il mio socio Giorgio Torre, perché è diventato addetto stampa della Alé BTC Lubjana, squadra UCI stabilmente nelle Top 5 del World Tour femminile. Gestire la comunicazione della squadra che conta tra le proprie atlete una campionessa totale come Marta Bastianelli sarà un onore e una sfida. Abbiamo già diverse idee su come sviluppare questo lavoro, ma – in pieno stile BICITV – dapprima ci muoveremo in punta di piedi e con umiltà per capire il (...)

Read More

#281 | Giro di Lombardia, Italia

Non potere vedere la folla a Bergamo alla partenza del Giro di Lombardia sarà qualcosa di amaro. Il potere disputare una gara così bella sarà qualcosa di dolcissimo. In questo momento storico chiunque si prodiga nel fare, nel costruire, nell’organizzare qualcosa, è un eroe e merita un plauso. Dobbiamo rimanere stretti e uniti, sempre. So di essere retorico. Ma è nei momenti difficili che un po’ di retorica non guasta. Da soli si va più veloci, ma insieme si va (...)

Read More

#280 | Cosa mi accade quando incontro Samuele Manfredi

Sono sicuro al 100% che tanti Like arrivati sul post #279 non erano per Gianni Bugno, ma per Samuele Manfredi. E sono sicuro al 200% che questi Like non siano arrivati per quello che è capitato a questo ragazzo, ma per un’altra ragione. Perché Samuele è Samuele. Punto. Ho sempre ammirato le persone molto diverse da me, che sono – in qualche modo – il mio opposto. Samu ti prende perché è solare, simpatico e intelligente. Perché sa amare e (...)

Read More

#279 | Cosa mi accade quando incontro Gianni Bugno

Da bambino tifavo Gianni Bugno. Uno dei miei primi ricordi di ciclismo è la sua vittoria alla Milano-Sanremo. Il Giro d’Italia in maglia rosa dalla prima all’ultima tappa. La faccia delusa di Jalabert dopo che Gianni conquistò il suo secondo Mondiale. Il fotofinish al Giro delle Fiandre. Quanta emozione averlo visto dal vivo vincere in maglia tricolore la Coppa Agostoni a Lissone. Un’emozione talmente forte che adesso – dopo anni – se lo vedo neanche mi riesce di rivolgergli parola. (...)

Read More

#278 | Come stiamo cambiando i video di BICITV

La serie “The Last Dance” dedicata a Michael Jordan ha cambiato i parametri con cui si racconta lo sport. Lo stile documentaristico e la serialità sono la nuova frontiera della comunicazione video sportiva. Ecco perchè stiamo incominciando a cambiare lo stile dei video di BICITV ripartendo da zero con un reboot. Il primo passo è stato levare musica di sottofondo, i toni da servizio TG anni 80 e lasciare l’audio in presa diretta. Il secondo passo sarà aumentare le voci (...)

Read More

#277 | Nove anni di BICITV: che cosa abbiamo dato al ciclismo?

Che cosa ha dato BICITV al ciclismo? Difficile rispondere. Sono troppo addentro per dare una risposta. Ho trasmesso dei valori? E se sì, quali? Abbiamo creato qualcosa di utile? Abbiamo scelto i toni giusti? Cosa abbiamo sbagliato? Cosa potevamo fare meglio? Ieri ho festeggiato in silenzio questo anniversario. Nove anni. Le cose stanno andando in una maniera imprevista in questo 2020. Ospite di un eccellente organizzatore come Rino Baron, ho respirato qui a San Martino di Lupari la voglia di (...)

Read More

#276 | Fare manutenzione è innovazione?

Fare manutenzione è più difficile rispetto a costruire qualcosa di nuovo. La manutenzione richiede delicatezza, cura e rispetto del passato. E poi manca quella fiammata di energia e di entusiasmo che solo le cose nuove sanno dare. Eppure soltanto con la cura quotidiana si riescono a costruire cose resistenti al tempo. Per questo la manutenzione è così importante. La vera innovazione non è creare qualcosa di nuovo, ma saper fare manutenzione e reinventare secondo nuovi parametri e con nuovi strumenti.

#275 | Ritorno alle gare dopo 11 mesi

Non avrei mai creduto di stare lontano dalle gare per 11 mesi. Nell’ultimo weekend ho fatto il ‘turista’ alle Strade Bianche e alle gare di Monza per capire il nuovo contesto. Ho osservato con attenzione molte cose. E credo di averne capite alcune per migliorare il nostro lavoro a BICITV. Non vedo l’ora di ripartire dalla gara junior di San Martino di Lupari.

Site Footer