#252 | Ecco il mio sogno BICITV per il 2020 (e i Grazie per il 2019)

Il 2019 è ormai finito ed è il tempo di bilanci e del darsi nuovi obiettivi. Una fetta importante della mia vita coincide con l’attività di creazione di BICITV e allora ecco che viene naturale guardarsi indietro.
Quest’anno abbiamo messo in campo tante novità: la creazione di un sito completamente rinnovato che verrá completato nel 2020, il restyling del logo e della grafica BICITV, l’apertura e la cura di una newsletter giornaliera, la prima produzione di una diretta in streaming di una gara ciclistica (il Piccolo Giro Lombardia) con la confezione editoriale della stessa e la pubblicazione dell’Almanacco del Ciclismo Bergamasco.
Tante e tutte buone cose. Ma mi piace essere sincero: c’è stato anche un fallimento.
In questo 2019 contavo di raggiungere i 10.000 followers su Instagram e di dare continuità alle mie B-Talks, le mie interviste in diretta su Instagram con i protagonisti del mondo del ciclismo. Beh, non ce l’ho fatta. I followers sono 9.300 e a maggio ho interrotto le mie Live.
 
Nel 2020 ripartirò da qui e voglio partire subito forte per raggiungere i 4 obiettivi della prossima stagione.
 
Il primo: Live su Instagram.
Dal 2 gennaio andrò Live ogni giorno dal lunedì al venerdì su Instagram alle 19.30 con un format a metà tra il Tg e il dialogo con gli amici della community BICITV. Non è un format pensato per “i grandi numeri”. No. È solo un format dedicato a chi come me ha voglia di migliorare il mondo del ciclismo, e basta. Nè più, nè meno, con la filosofia del “Pochi, ma buoni”.
 
Il secondo: il recupero dei video d’arrivo delle gare giovanili italiane.
Ogni domenica vedo moltissime persone registrare video alle gare con il proprio telefono. Perchè non raccogliamo tutti i video e non creiamo tutti insieme una sorta di “Wikipedia video” del ciclismo italiano? Sarebbe bellissimo avere di tutte le gare un video che documenti l’arrivo. Nel 2020 raccoglieremo questi video e li pubblicheremo su BICITV con il nome dell’autore del video stesso.
 
Il terzo: l’apertura delle Cycling Box sul sito www.bicitv.it.
Che cosa sono le Cycling Box? È molto semplice. Con un piccolo abbonamento annuale (meno di 15 euro l’anno) daremo la possibilità di aprire un profilo personale personalizzabile sul sito di BICITV che potrà essere gestito direttamente dall’utente dopo un login.
Nel profilo ogni corridore potrà avere l’elenco di tutte le news in cui è stato menzionato, le statistiche complete della
stagione in corso e di quelle passate e la possibilità di personalizzare il proprio profilo inserendo i link ai propri social, scrivendo la bio in un campo di testo libero e cambiando a proprio piacimento la foto del profilo. Non solo. Da ogni Cycling Box sarà possibile scaricare un JPG in 9:16 con foto, numero di vittorie e punteggio delle BICITV Charts da condividere nelle proprie Instagram Stories.
 
Il quarto: il rinnovamento dei BICITV Awards.
Parliamoci chiaro. Mi sono rivisto il video dei BICITV Awards e ho capito immediatamente una cosa: occorre rinnovare (a partire dal conduttore).
Il più grande danno che potremmo fare al mondo del ciclismo è di non cambiare
niente. Chi non rinnova vuole male al ciclismo.
Ebbene, i BICITV Awards verranno rinnovati con una nuova grafica in cui tutte le persone che hanno aperto una Cycling Box su BICITV vedranno comparire il proprio nome in sovraimpressione durante lo streaming. Non solo. Ci sará un cambiamento di paradigma sia nella struttura della serata stessa, sia nella struttura di tutto il pre-serata con l’introduzione del “Blue Carpet”, una sorta di “sfilata” in cui tutti gli ospiti verranno fotografati e intervistati prima dell’inizio della diretta della serata. Con il Blue Carpet l’idea è di dare più importanza ad ogni singolo invitato.
 
Squadra che vince non si cambia: si rinnova.
Come si raggiungono i quattro obiettivi descritti? Semplice: con il lavoro quotidiano e – soprattutto e inevitabilmente – con il lavoro di squadra.
 
Ho la fortuna di lavorare da anni con persone eccezionali sia dal punto di vista umano che da quello professionale.
 
Giorgio Torre è il compagno di viaggio da ricordare per primo in quanto socio in BICITV e artefice di un lavoro certosino e quotidiano di scrittura e di redazione delle news sul sito www.bicitv.it. Tutto ciò che le
persone amano di BICITV – la completezza delle news, l’attenzione a molte realtà ciclistiche, l’equilibrio nella stesura delle notizie – sono merito di Giorgio al 100%.
 
Roberto Amaglio continuerà ad occuparsi dell’Almanacco del Ciclismo Bergamasco, della redazione delle statistiche del sito e non disdegnerà qualche “incursione” nel mondo della MTB mettendo in campo la propria bravura giornalistica (lavora da
anni al Corriere della Sera) al servizio dei ciclisti.
 
E Fabiano Ghilardi ovviamente continuerà a documentare con foto ed articoli quanto accade nel mondo del ciclismo femminile.
 
Dicevo, squadra che vince non si cambia, ma si rinnova. Il ritorno di Davide Tibaldi dopo un anno di Erasmus va salutato come un nuovo arrivo in quanto del tutto nuovo è il ruolo che avrà in BICITV 2020. Che cosa farà Davide? Si occuperà della realizzazione e del rinnovamento dei BICITV Awards 2020 e sarà presente durante l’anno a qualche corsa in qualità di giornalista e cameraman.
 
Ci sarà un volto nuovo nella BICITV 2020: sarà quello della ex ciclista Anna Pavesi. La notizia è fresca fresca, visto che ci siamo accordati da pochissimo. Sentivo la necessità di una “classe 2000” dentro al gruppo, perchè per parlare alle nuove generazioni di ciclisti serve un volto (ma soprattutto un cervello) giovane.
Qualche settimana fa sono rimasto piacevolmente colpito dalla personalità di Anna durante la festa di chiusura di una squadra ciclistica e d’istinto mi è venuto da chiederle se volesse collaborare con noi. Al momento l’idea è di fare aualche Live insieme, ma è solo un punto di partenza: sento che si possa fare di più. Chissà.
 
E poi ci sono Martina Forcella e Manuel Malfer, anch’essi giovanissimi. I feedback di Martina sono straordinari, perchè ha la capacità di semplificare e dare concretezza alle idee. C’è tanto delle sue indicazioni nell’attuale BICITV: dai modelli di business al rapporto con i clienti, dalla gestione social ai consigli sulla grafica. Di Martina ammiro la sua visione globale delle cose ed è stato e sarà sempre
un piacere rapportarmi con lei.
E Manuel? Beh, Manuel è la persona che
mi dà le suggestioni più forti per spingere in là BICITV dal punto di vista delle possibilità tecnologiche e ascoltarlo mi dà ogni volta una valanga di idee.
Con Manuel e Martina mi piace un sacco condividere i “piani segreti” di BICITV e già abbiamo in mente cosa fare
nel 2021, ma… i segreti sono segreti, ovviamente.
 
Insomma, avere condividere questo viaggio con persone così è strepitoso, senza poi contare che ci sono tanti altri collaboratori esterni con i quali si ha un rapporto splendido perchè ti aiutano a crescere e a rendere concrete le idee.
 
Senza Carmelo Ferrara con il suo background di esperienze
a Mediaset e a Sky sarebbe stato impossibile sviluppare tutti i discorsi dal punto di vista delle dirette e degli streaming delle corse. Lavorare con professionisti del settore ti dà sempre una marcia in più in fase di impostazione del lavoro e a Carmelo sono particolarmente grato anche per il lavoro svolto ogni anno ai BICITV Awards in coppia al regista Dario Bau che ormai da quattro anni ci accompagna nella realizzazione di quella fantastica serata.
 
E poi che dire del webmaster Andrea Lombardi: il backend del sito www.bicitv.it è un capolavoro di ingegno che pochi saprebbero realizzare, perchè “calarsi” nel mondo del ciclismo pur senza appartenerne e sviluppare sistemi di gestione così complessi e sensati dei database è un qualcosa che mi lascia a bocca aperta e mi riempie il cuore di gratitudine.
 
Così come sono grato a Riccardo Montanari che con le sue grafiche dà vita all’universo BICITV, ai cameramen Diego Zanetti e Diego Milesi, e poi a Francesca Selva e Giorgia Traversi salite quest’anno sul palco dei BICITV Awards.
 
Spero che tutti quanti possano esserci anche nel 2020, anno in cui – con ogni probabilità – apriremo spazi anche per giovani stagisti che come noi condividano quel perenne “non essere mai contenti” del lavoro svolto, che abbiano quella voglia costante di lavorare duramente e di alzare il proprio livello ogni giorno e quella folle voglia di tentare di realizzare qualcosa che esiste solo nella loro testa.
 
Questo è quanto mi sentivo di condividere
in questo giorno speciale.
E se hai letto un post così lungo fino alla fine… beh, allora va aggiunto un Grazie. Quello per Te che stai leggendo. Perchè se sei arrivato fino a qui è segno che sei un grande amico o condividi con me la
voglia di fare il bene del ciclismo (e quindi, di conseguenza, potremmo essere ottimi amici).
 
A Te auguro un buon 2020 pieno di cose
che ti riscaldino il cuore!
 
Buon anno.