#255 | Non c’è domani

Mi guardo intorno e spesso mi sento diverso e, talvolta, sbagliato.
Perchè tutti mi sembrano vivere e divertirsi, e io no?Lavoro come un pazzo, ogni giorno. Inseguo e costruisco un sogno che è vissuto per anni nella mia testa: finalmente ora si intravede qualcosa di quanto pensato.Dopo anni. Anni di sacrifici. Sacrifici su sacrifici. Intorno le vite sembrano così semplici. Il destino dei ‘senza talento’ come me è lavorare duro.Ogni tanto mi viene voglia di mollare. Ogni tanto vorrei avere idee diverse su cosa è giusto e su cosa è sbagliato.
Ma poi mi ritiro su.
Concentrati. Focalizzati. Guarda te stesso. Ascoltati. Non c’è domani, mi dico. Non c’è domani.
C’è solo oggi. Mattone su mattone. Passo dopo passo. Probabilmente non mi arrenderò mai fino alla fine, perchè lo scopo ultimo è uno scopo d’amore.
Quando alla fine del viaggio c’è l’amore verso gli altri, la voglia di rendere più belle le cose intorno a te, di impreziosirle, di migliorarle, tutta la fatica acquisisce un senso e la sofferenza è solo apparente.
Anche se a volte vorrei concedermi il lusso di essere debole.

Site Footer