#29 – Hey Brother

Ho due fratelli. Uno di sangue, Ruben, probabilmente la migliore persona in assoluto che io conosca (e non c’entra nulla il fatto che – appunto – è mio fratello).
E poi c’è Paolo.
Entrambi hanno un dono.
Non vogliono importi la loro opinione, ma sanno cambiarti lo stato d’animo.
Una qualità che io non ho, “spara – opinioni” come sono.
Saper cambiare lo stato d’animo di una persona è un dono: o ce l’hai, o non ce l’hai. Sì, ci puoi lavorare sopra, ma non è mai come chi ha quella capacità di farlo involontariamente.
Senza Paolo non esisterebbe BICITV.
Eravamo in Croazia, a Trogir, per essere precisi.
Non sapevo se iscrivermi alla Scuola Holden di Baricco (avevo passato un test di ammissione, ma costava tantissimo), se trasferirmi a Brisbane, Australia, o provare ad approfondire il rapporto con un certo Giorgio Torre del quale condividevo l’etica del suo approccio al giornalismo sportivo.
Io pendevo per la scuola di scrittura, ovviamente.
“Beh, puoi sempre scrivere anche senza scuola” mi dice Paolo.
E poi ero uscito la prima sera con una ragazza decisamente speciale. Di quelle che sanno cambiarti lo stato d’animo e frastornarti d’intelligenza con le loro osservazioni così intuitive.
“Fallo” mi disse lei in un tardo pomeriggio, sdraiati occhi negli occhi in un parco “fai BICITV”.
Yes, I did it, girl.
Questo l’inizio.
E non c’è niente che somigli alla passione per il ciclismo, in quell’inizio.
C’entra di più quella fame che ti viene, quando le cose ti sono andate male e ti senti vecchio con tutti i treni perduti passati via.
Succede che hai un’età diversa e invece di chiederti “Cosa potrei fare?” ti chiedi “Come posso fare il meglio da quello che ho a disposizione?”.
Sì, fare il meglio con quello che si ha disposizione nel presente.
Come un uomo senza gambe che si ingegna per camminare lo stesso.
Qual è il meglio che posso fare, oggi, con quello che vedo nello specchio? Che cosa ho a disposizione, oggi? E come posso migliorare la vita delle persone intorno cambiando il loro stato d’animo, così come fanno ogni volta che li vedo i miei due fratelli Ruben e Paolo?
That’s all.
Incominciamo un nuovo capitolo.

♫ PLAY (“Hey Brother” – Avicii)
https://www.youtube.com/watch?v=YxIiPLVR6NA

Leave a reply:

Your email address will not be published.

Site Footer