#89 – Successo

Odio la parola “successo”.
Mi fa pensare all’essere famosi come fine e non come conseguenza, mi fa pensare ai numeri grandi, mi fa pensare ad un concetto deformato di divismo, mi fa pensare ai soldi anch’essi pensati come fine e non come mezzo.
Chissà perchè. 
A me non piace utilizzare questa parola, anche se c’è un’accezione di significato che invece adoro.
Ovvero, quando per successo s’intende il riuscire a realizzare qualcosa che riteniamo importante.
Cosa è il successo per me?
L’essere intenso.
E il massimo dell’intensità la raggiungi con le cose piccole, nascoste, a tu per tu con una singola persona. Occhi negli occhi, nei silenzi dove si sentono respiri e battiti, quando le anime si specchiano e si incrinano tanto si uniscono in profondità.
Successo è la gioia che deriva dal sapere che la somma di tante piccole cose che fai migliorano la sfera delle cose che sono in tuo potere migliorare.
E nel contempo, avere la saggezza di rimanere distaccato e di non giudicare ciò che è al di fuori di questa sfera.

Site Footer