#94 – I ciclisti mondiali ai BICITV Awards

Stanotte non ho dormito.
Continuavo ad immaginarmi i BICITV Awards di sabato con tutte quelle campionesse mondiali da premiare e quei ragazzi che sono andati a medaglia.
Come valorizzarli? 
Come elogiarli?
Ma elogiandoli, faccio il loro bene o il loro male?
E poi è corretto creare un parallelismo con il mondo fallimentare del calcio?
E poi, ma davvero il mondo del ciclismo è tanto migliore?
E poi, ma davvero l’unico metro di giudizio sugli operati delle nostre Federazioni devono essere le vittorie?
E poi, e i buchi di bilancio contano qualcosa?
E così via.
Continuavo a ripetermi mentalmente le parole da scegliere, i gesti da compiere, le sequenze da ripetere.
Stanotte non ho dormito.
I carichi di responsabilità nel raccontare le gesta dei giovani atleti non mi fanno dormire la notte.
La pressione cresce, cresce, cresce.
Poi la soluzione è sempre quella.
Vivere il momento il più possibile.
Semplificare.
Semplificare.
Semplificare.
E lasciare che le emozioni ti attraversino in quel preciso istante.
Respira.
Respira.
Respira.

Site Footer